Oikos Sostenibile

Salento in Movimento Lento, otto percorsi da vivere e scrivere insieme

 Immagina di poter vivere e raccontare il tuo viaggio e vederlo pubblicato. Puoi farlo unendoti al percorso lento dei viandanti di Oikos. Per vivere, condividere e scrivere un cammino comunitario e rivoluzionario!

Da Aprile ad Agosto 2016, vi aspettano otto percorsi da vivere e condividere. Attraverso i propri sensi e attraverso la propria creatività. Un cammino rivoluzionario che vedrà sulla strada viandanti lenti autori dei propri passi. Raccontando insieme, attraverso il metodo della scrittura collettiva, otto percorsi di mobilità sostenibile. Fino ad arrivare a trasformare un itinerario collettivo, comunitario in un percorso letterario creativo. Il giusto pensiero si forma camminando, facendo, discutendo, approfondendo, aggiustando.

Un lavoro letterario finale che racconterà otto itinerari nella terra d’Otranto tra terra e mare, in cui racconti ed esperienze di uomini e donne si intrecceranno col cammino stesso. Otto percorsi a cui potranno prendere parte, per ciascun percorso, otto autori/ci viandanti. Raccoglitori di sensazioni e storie. Percorsi che si trasformeranno in laboratori aperti, contenitori di idee e progetti itineranti.

Un lavoro di ricerca-intervento in cui intrecciare un “dialogo-incontro” tra vecchi e nuovi attori per facilitare una osmosi di memorie e pratiche, capace di tessere un filo che connette le differenti realtà presenti lungo il cammino. Percorsi che risulteranno anche strumenti di mappatura dei bisogni dei cittadini delle comunità attraversate. Restituendo alle comunità incontrate il luogo ed il suo contenuto.

Alla chiusura dell’ultimo percorso, prenderà il via il lavoro di post-produzione che darà vita alla pubblicazione del lavoro collettivo letterario Salento in Movimento lento®. All’interno del quale saranno descritti e vissuti i seguenti percorsi:

  1. L’albero Millenario; (Aprile)

  2. Sulla Strada; (Maggio)

  3. Le Vagabonde; (Giugno)

  4. Meglio di Notte; (Giugno)

  5. Per Grotte; (Luglio)

  6. La Via delle Stelle; (Luglio)

  7. Torri Costiere e antiche Leggende; (Agosto)

  8. Gusto d’altri Tempi; (Agosto)

*L’evento è a numero chiuso, riservato esclusivamente a 8 persone per ciascun percorso

Ciascun itinerario comunitario ha un costo di 60 euro/persona
E ciascun percorso si svolgerà durante il Weekend; una notte e due giorni. Il cammino è aperto a tutti. La quota include:
• Percorso guidato naturalistico
• Percorso guidato letterario
• Pranzo tipico al sacco
• Cena
• Pernottamento presso il Laboratorio Urbano Stazione a Sud Est (Otranto)
• Colazione
Vino e acqua inclusi
(Colazione, pranzo e cena con prodotti esclusivamente biologici)

– Pubblicazione del lavoro collettivo letterario
***************
Prenota o chiedi informazioni per il tuo Weekend creativo e sostenibile tra terra e mare, sui sentieri selvaggi di Terra d’Otranto!
Per info oikos.sostenibile@gmail.com
389.5616495

evento Facebook

 

Direzione Artistica
Katia Manca
Consulente esperta in promozione della mobilità sostenibile e progettazione partecipata dal basso. Giornalista pubblicista, dottoressa in Scienze della Comunicazione, collaboratrice per lunghi anni de la Gazzetta del Mezzogiorno. Progettista di formazione presso Università, Master, Associazioni, Workshop e Laboratori. Nel 2009 dà vita all’associazione culturale di promozione sociale Oikos Sostenibile. Promuovendo sull’intero territorio pugliese, attraverso la realizzazione e promozione di diversi progetti, la cultura della sostenibilità. Hanno la sua firma i progetti: Salento in Movimento Lento; Puglia in Movimento lento; Tribù Sostenibili; A Scuola in Fattoria; Il Sonno della Crisalide; Biodiversità in Pratica; Il Tempo del Sogno; Migdal Bavel; Stazione a Sud Est; Su Rotaie; Umano Mezzodì; Revolution Sostenibile; Amore vero a Km0; Corte in Festa.

Curatore Editoriale
Stefano Martella
Dottore in Relazioni Internazionali e Studi Europei alla “Scuola di Scienze Politiche Cesare Alfieri” dell’Università di Firenze. Giornalista pubblicista e sceneggiatore. Collaboratore delle testate: Altreconomie, Fanpage e Nuovo Quotidiano di Puglia. Nel 2014, nella sezione “miglior reportage”, vince il Premio Giornalistico Nazionale Maurizio Rampino con il reportage “Così muoiono i figli della Lupa. Lecce fa i conti con la povertà”. Nel 2015, nella sezione “miglior inedito”, vince il Premio Michele Frascaro per il giornalismo d’inchiesta e la contro -informazione con l’inchiesta “Barocco a luci rosse. Sesso e prostituzione a Lecce”. Sempre nel 2015 viene selezionato, fra 85 autori, da Art corsivo basso srl per partecipare con il suo racconto al progetto “E’ arrivato un veliero carico di…”, sostenuto dal Dipartimento della Gioventù presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Inoltre attualmente collaboro con l’associazione Oikos Sostenibile nella stesura di progetti editoriali e con il collettivo cinematografico Muud Film, per il quale scrivo sceneggiature per cortometraggi e documentari.

Salento in Movimento lento®
Il progetto, promosso dall’associazione culturale di promozione sociale Oikos Sostenibile,  racconta percorsi di mobilità sostenibile ( a piedi, in bici, in treno, in barca) con l’obiettivo di conoscere, sperimentare e diffondere buone pratiche di sostenibilità incoraggiando processi di auto-promozione delle storie, dei racconti, delle memorie delle comunità. La finalità del progetto è quella di far emergere le buone pratiche che caratterizzano la Puglia attivando relazioni e sinergie tra differenti attori del territorio, inteso come spazio denso di significati, luogo di attraversamenti, di paesaggi e di passaggi. Salento in Movimento lento è stato il primo progetto a promuovere sull’intero territorio Pugliese la mobilità lenta, il turismo a bassa velocità, facendo emergere la creatività e la bellezza dei percorsi, delle voci, delle identità e delle pratiche sostenibili della Puglia.

Il progetto è promosso dal laboratorio Urbano Stazione a Sud Est, situato al secondo piano della stazione ferroviaria (Fse) di Otranto (Le).

*Laboratori Urbani Mettici le Mani è la strategia della Regione Puglia per riattivare, potenziare e mettere in rete gli spazi per i giovani nati all’interno di ex edifici pubblici abbandonati. Laboratori Urbani Mettici le Mani è una azione del nuovo Piano Bollenti Spiriti 2014 2015 “Tutti i giovani sono una risorsa”.