Oikos Sostenibile

SALENTO IN MOVIMENTO LENTO


Il progetto Salento in Movimento Lento racconta un viaggio  lungo 11 giorni  nel Salento, provincia di Lecce, daVeglie a Santa Maria di Leuca, realizzato a giugno 2010, con l’obiettivo di conoscere, sperimentare e diffondere buone pratiche di sostenibilità incoraggiando processi di auto-promozione delle storie, dei racconti, delle memorie delle comunità. Tra terra e mare mettendo in relazione realtà economiche dell′ agricoltura, del turismo e dell′artigianato che da anni operano sul territorio in modo sostenibile.

Salento in Movimento Lento promuove la mobilità sostenibile, la sostenibilità ambientale, il turismo a bassa velocità basato sulla lentezza dell’osservazione, la conoscenza del territorio come pratica di ascolto, l’esperienza di incontro e negoziazione con la comunità, l’apertura a una pluralità di storie, esperienze, biografie, luoghi vissuti cui dar voce in una polifonia che favorisce spazi di partecipazione, di intercultura, di inclusione sociale, di auto-promozione. Salento in Movimento Lento rompe l’autorità etnografica della narrazione romantica e bohemién, la quale, basata sulla logica del ruba e fuggi, depaupera il territorio riducendolo a oggetto feticcio, lontano, esotico e così facendo priva i luoghi e le persone di dignità e di identità. Salento in Movimento Lento si differenzia dai numerosi tour esotici e dai racconti auto-referenziali basati sulla velocità dello sguardo, sulla mercificazione e folklorizzazione dei luoghi, delle persone.

 

Promosso da Oikos, Progetto di Katia Manca, patrocinato dall’assessorato alle Infrastrutture Strategiche e Mobilità della Regione Puglia, in collaborazione con le Ferrovie del Sud Est,18gradiEst video produzioni, il Comune di Veglie, il Comune di Nardò, il Comune di Alliste ed il Comune di Presicce.

 

Video Promo di Salento in Movimento Lento

Vedi foto